• 30/09/2022 9:42 AM

testata giornalistica – reg. Trib. terr. n. 2/2010

Medimex 2022: seconda tappa a Bari

redazione

Diredazione

Lug 7, 2022

Medimex torna a Bari con il concerto dei The Chemical Brothers, gli showcase dei talenti pugliesi, la mostra Denis O’Regan with QUEEN, incontri con Giovanni Truppi, Denis O’Regan, Venerus, Rancore, Shablo, Diodato, un fitto segmento di attività professionali e scuole di musica 

chem-bros-press-pic-credit_-photographer-hamish-brown-additional-illustration_-ruffmercy
Foto: ufficio stampa

Dopo la prima tappa a Taranto che ha registrato un grande successo e si è conclusa con l’indimenticabile concerto di Nick Cave & The Bad Seeds,  Medimex 2022, l’International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese, dal 13 al 15 luglio arriva a Bari con un fitto programma che prevede concerti, incontri, showcase, mostre, attività professionali e scuole di musica.

“La musica e la capacità della Puglia di accogliere e strutturare eventi come quello che stiamo presentando oggi è un segno di speranza – dichiara Michele Emiliano, Presidente Regione Puglia –  Medimex, la musica del Mediterraneo, è un segno della nostra forza irresistibile di non mollare come tutti i pugliesi che, nel mondo e in Puglia, fanno onore all’Italia e si comportano in modo coerente e umano. Perché questo è l’altro punto fondamentale: la Puglia è un bene di tutta l’umanità, non è solo dei pugliesi e noi ne siamo i custodi”.

Diodato
Foto: ufficio stampa

“Siamo felici di raccogliere il testimone del Medimex da Taranto, una città che consideriamo vicina sotto tanti punti di vista. Dopo lo straordinario concerto di qualche settimana fa di Nick Cave, Bari si prepara ad accogliere la forza esplosiva dei Chemical Brothers in una location inedita ma pronta ad ospitare grandi eventi: la rotonda di San Cataldo nei pressi della Fiera del Levante – dichiara Antonio Decaro, Sindaco di Bar – Il Medimex, però, non è solo musica dal vivo, ma anche cultura e storia della musica. Il programma della tappa barese, infatti, prevede una tre giorni di dibattiti, fotografia, storia della musica, con una speciale attenzione alle nuove generazioni. Siamo contenti anche del percorso che il Medimex ha scelto di fare in città valorizzando alcuni dei nostri contenitori più belli e dando senso a quella visione di città policentrica e poliedrica che vogliamo diventi una realtà per Bari”.

“Siamo contenti di tornare dopo cinque anni a Bari dove tutto è iniziato. Torniamo per una grande festa della musica che offre appuntamenti per tutti, dagli appassionati di musica ai professionisti del settore – il commento di Cesare Veronico, coordinatore artistico Puglia Sounds/Medimex. – Un programma ricco di appuntamenti che come di consueto sono un’occasione per immergersi nella storia della musica e conoscere le novità della scena pugliese, italiana ed internazionale.”

rancore_ph-giovanna-onofri_7_web
Foto: Giovanna Onofri

“Con la seconda tappa del Medimex, nella splendida cornice di Bari, puntiamo ad eguagliare il successo di Taranto. Il concerto di Nick Cave così come il videomapping sul Castello Aragonese e le esposizioni al MArTA, ci hanno restituito le immagini di una città in festa – dichiara Gianfranco Lopane, Assessore al Turismo, Svlippo impresa Turistica Regione Puglia, , La Puglia dei festival si conferma una realtà di successo col Medimex centrale nella ripartenza dei grandi eventi in presenza. Quest’anno in due meravigliose città marine pugliesi, Taranto e Bari, la manifestazione è un modello vincente che unisce musica, arte, cultura, promozione del talento e dei territori in un’estate all’insegna della partecipazione.  Ci prepariamo a questa seconda parte con un programma ricco di ospiti ed opportunità. Dagli incontri con gli artisti ai momenti formativi per i più giovani e per i professionisti del settore musicale, dalle mostre alle presentazioni dei libri fino al tanto atteso live dei Chemical Brothers, siamo sicuri che Medimex ci stupirà ancora”.

“Dopo il grande successo di Taranto il Medimex torna a Bari con un programma importante che associa prestigiosi appuntamenti ad una pregevole e fondamentale programmazione di attività per musicisti ed operatori  – il commento di Grazia Di Bari, Consigliere delegato Politiche Culturali, Patrimonio Materiale e Immateriale e Valorizzazione dei Borghi Regione Puglia –  da una parte il grande pubblico potrà partecipare a concerti, mostre e incontri e dall’altra i nostri artisti e operatori seguiranno panel, keynote e scuole di musica. Medimex conferma la grande qualità della proposta e l’importanza per lo sviluppo nel nostro sistema musicale”.

p1007479
Foto: ufficio stampa

“Medimex torna a Bari con un insieme di iniziative di alto livello che mettono insieme grandi nomi della musica internazionale e i talenti della nostra regione e segnano il ritorno in presenza della scuole di musica e della attività professionali  – il commento di Giuseppe D’Urso, Presidente Teatro Pubblico Pugliese – Sarà una festa per il pubblico, che come tradizione arriva da tutta Italia, e una grande occasione di visibilità e sviluppo per i nostri musicisti e operatori”.

“Il dibattito nella nostra regione è acceso sul ruolo dei grandi eventi e su quanto questi possano essere limitanti per i piccoli eventi. Allora io invito ad analizzare la proposta del Medimex, che è stata una delle componenti del cambio di mood della città di Taranto – dichiara Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo e Cultura Regione Puglia –  A Bari, abbiamo 16 artisti  selezionati e finanziati dalla Regione Puglia e oggi questi artisti hanno l’occasione di partecipare ad un evento che ha una visibilità nazionale e internazionale unica. Un evento unico che offre al progetto Puglia Sounds un’occasione unica. Percorsi che, per avvenire, utilizzano gli spazi della città (Università, teatri, spiagge) e con una serie di azioni che sono fondamentali. Il Musicarium è una scuola dei mestieri della musica; la Music Factory del Medimex, che attraverso l’attività di formazione, consentirà a 18 musicisti di giocarsi l’occasione di sottoscrivere un contratto con Sugar. Ancora, la fitta rete di incontri professionali con gli approfondimenti di materie normative. E ancora Radio Medimex , che utilizza gli strumenti messi in campo dalla Regione con Luoghi Comuni, mette in comunicazione protagonisti e pubblico. Questo non è solo un grande evento che serve a fare vetrina, ma è un anello di un percorso che, a Bari come a Taranto, contribuisce a creare ricchezza.”

p1007494
Foto: ufficio stampa

“Bari è una destinazione sempre più richiesta per le vacanze e questo interesse va sostenuto rafforzando sempre di più l’offerta musicale e culturale – dichiara Luca Scandale, Direttore Generale Puglia Promozione –  Il Medimex a Bari risponde all’interesse dei tanti turisti, soprattutto stranieri, che stanno animando l’estate 2022. E’ un mix di iniziative di grande spessore che saranno senz’altro apprezzate anche dal pubblico italiano, che ha eletto la Puglia come meta più desiderata, nonché dai pugliesi e dai baresi”.

Medimex è una cosa seria, divertirsi è una cosa seria che prevede un impegno professionale da parte di tutti, dallo staff alle istituzioni ai musicisti – il commento di Stefano Bronzini, Rettore Università Aldo Moro di Bari – L’idea della diffusione su tutto il territorio comunale del Medimex è assolutamente vincente. Per questo l’Universita è molto lieta di offrire i suoi spazi e sta continuando ad investire nella direzione dello sviluppo della cultura sul territorio. Bisogna contagiare soprattutto le zone silenti della città, a cui gli eventi arrivano indirettamente. Occorre ampliare e valorizzare questo percorso, perché la città di Bari può essere bellissima se la cultura avrà la grazia di invaderla.

Ricco il programma di concerti che oltre all’atteso live dei The Chemical Brothers, aperto dal dj set di James Holroyd,  in programma giovedì 14 luglio alle ore 21.30 rotonda via Paolo Pinto (nei pressi dell’ingresso monumentale Fiera del Levante biglietti disponibili nel circuito Vivaticket – accesso pubblico Via Umberto Giordano) prevede gli showcase dei talenti musicali pugliesi – selezionati tra i vincitori del bando Puglia Sounds Record 2022 – ai quali Medimex dedica una vetrina a Torre Quetta con una programmazione serale dalle 21 a mezzanotte. Mercoledì 13 luglio sul palco alle ore 21.30 i Radicanto, che presentano Alle radici del canto, nuovo cd che celebra i 26 anni di attività della band;  ore 22.00 Nidi D’Arac, che presentano Nanti li 90’s, nuovo disco live unplugged che celebra i 25 anni di musica del gruppo, le origini, la sperimentazione, quel modo unico di far incontrare dialetto, melodie della tradizione e sound metropolitano che ha scritto la storia della band, tra le pioniere della world music italiana;  ore 22.30 Folkatomic,  che presentano il nuovo disco Polaris, un viaggio tra ritmi e dialetti in cui la musica da ballo del Sud riacquista la sua antica funzione ludica e aggregante; ore 23.00 Après la Classe, con il nuovo Un altro mondo, concept folk-reggae-pop contro il sopruso dell’essere umano nei confronti della natura che lo circonda.  Giovedì 14 luglio ore 21.00 in scena Sarita, un concerto che nasce dall’incontro tra la musica d’autore e popolare dei “sud del mondo”, gli stilemi pugliesi e gli afflati latino-americani; ore 21.30 Rachele Andrioli, che presenta Leuca, primo lavoro discografico solista in cui l’artista volge il suo sguardo musicale sul mondo come un faro, partendo dal suo luogo di nascita e appartenenza: il Capo di Leuca; ore 22.00 Giovanni Angelini, che presenta  Freedom Rhythm,  disco che racconta storie dal mondo in cui l’artista parla attraverso la musica dei suoi viaggi; ore 22.30 Fabio Accardi & FabCrew, per presentare il nuovo album Breathe, riflessione sull’importanza  vitale del riprendere a respirare più lentamente e più profondamente per meglio sintonizzarsi con le il respiro della Natura. Venerdì 15 luglio sul palco Puglia ore 21.30 in scena Sentinelle, gruppo salentino che durante la pandemia ha trovato nella maschera di un coniglio la propria poetica letteraria e fantastica; ore 22.00 Gaia Gentile, che presenta  Tanto tutto  passa, nuovo progetto discografico, un mix dalle sfaccettature Pop/Jazz che continuano a raccontare di una personalità stravagante e gentile ma non troppo; ore 22.30 Red Room, che presentano Teens never tell the truth, un racconto personale, espressione della loro vita, delle loro esperienze, delle loro ambizioni, delle loro insicurezze e della loro crescita, nel bene e nel male;ore 23.00 Mr. Bricks,  nome d’arte del cantautore  pugliese Dario Mattoni, che presenta il nuovo disco  Learning how to play,  dieci pezzi immediati  registrati live in studio, gran parte in analogico, con la produzione artistica dell’eclettico Andrea Pettinelli; ore 23.30 Marco Cassanelli and Deckard, che presentano SPLITTED, risultato di studio live sessions registrate utilizzando analog and modular synthesizers, caratteristiche proprie del suono del duo. Inoltre sono in programma le esibizioni  il 14 luglio di Federico Buccini & Jemma Lab (vincitori nella categoria Jazzology e vincitori assoluti di LazioSound Scounting 2022) e dei Momentary Lapse of Happiness (LazioSound Scouting 2022) vincitori di Lazio Sound Scouting 2022, avviso pubblico a sostegno della produzione, promozione, distribuzione e formazione dei giovani artisti emergenti e loro opere della Regione Lazio e il 15 luglio  della formazione Sound of Garage, band formata da medici pugliesi.

p1007444
Foto: ufficio stampa

A Bari il Medimex celebra i Queen con la mostra in anteprima nazionale a cura di Ono Arte Contemporanea Denis O’Regan with QUEEN in programma dal 13 luglio al 28 agosto a Bari nello Spazio Murat. Quando O’Regan vide per la prima volta i Queen in concerto era il dicembre 1973, e la band suonava come gruppo di spalla di Mott the Hoople all’Hammersmith Odeon di Londra. Tredici anni dopo, il 9 agosto 1986, i Queen avevano raggiunto l’apice della loro fama diventando il più importante fenomeno socioculturale del pianeta e, a grande richiesta, il gruppo fu costretto ad annunciare una data in più in all’interno del The Magic Tour, che era andato sold out immediatamente. Fu così che, al Knebworth Park a nord di Londra, suonarono per un pubblico di circa 115.000 persone. A fotografare l’evento, c’era Denis O’Regan, fotografo ufficiale del tour. A causa del grande traffico attorno al luogo del concerto, i Queen dovettero arrivare in elicottero. Per poter scattare le foto che sarebbero diventate tra le più famose della rock band britannica, Denis si recò in un aeroporto locale e la band affittò per lui un elicottero con pilota, in modo in modo che potesse scattare loro le foto mentre volavano da Londra. “Nella mia foto più importante dei Queen, i Queen non si vedono”, avrebbe detto più tardi: “ma questo è anche la testimonianza di quanto fossero diventati grandi. L’elicottero parlava per loro”. O’Regan ha scattato foto sul palco e nel backstage in ogni città europea che hanno visitato durante quell’estate, incluse due serate allo stadio di Wembley a Londra, ognuna delle quali totalizzò 85.000 spettatori. Tra questi scatti uno dei più famosi è sicuramente il grandangolo di Freddie Mercury che indossa la sua famosa corona d’oro, un braccio alzato al cielo, e il suo mantello regale drappeggiato sulle spalle.  L’accesso privilegiato che O’Regan ebbe gli permise di scattare alcune delle foto più iconiche della band così come momenti intimi dei quattro di Londra nel momento di apice della loro carriera: il The Magic Tour fu infatti l’ultimo della carriera della band.  La mostra, che include opere presentate in anteprima nazionale, comprende 60 fotografie esposte all’interno di un allestimento immersivo.

Ricco il programma di incontri che parte mercoledì 13 luglio alle ore 19.00 al Teatro Kursaal Santalucia con Giovanni Truppi, modera Gino Castaldo, da molti anni protagonista della scena indipendente, perfetto erede della migliore tradizione della canzone d’autore e al tempo stesso innovatore appassionato della forma canzone. Alle ore 19.30 al Teatro Margherita, incontro con Denis O’Regan, modera Ernesto Assante, tra i grandi maestri della fotografia rock negli anni Ottanta e Novanta cresciuto nella stagione del punk e arrivato ad essere uno dei fotografi ufficiali dell’aristocrazia rock, protagonista della mostra Denis O’Regan with QUEEN allestita allo Spazio Murat di Bari e alle ore 21.00 al Teatro Kursaal Santalucia I miei giorni con Ziggy, con Ernesto Assante, Gino Castaldo e Woody Woodmansey, testimone primario di un momento incredibile della vita artistica di David Bowie, e fondamentale nel definirne il suono, Woodmansey è stato il compagno di Ziggy Stardust, ‘dall’ascesa alla caduta’, anni incredibili che ricostruiremo in un incontro appassionante ed unico. Giovedì 14 luglio alle ore 21.00 Teatro Kursaal Santalucia Proiezione del documentario Frank Zappa di Alex Winter (2020), introducono Ernesto Assante e Gino Castaldo, il primo vero grande documento sulla vita, l’arte, la storia di Francis Vincent Zappa, realizzato potendo accedere ad una grande quantità di materiali registrati e filmati messi a disposizione dalla famiglia Zappa. Infine venerdì 15 luglio alle ore 21.00 Teatro Kursaal Santalucia  incontro, moderato da Ernesto Assante e Gino Castaldo, con Venerus, cantautore, polistrumentista e produttore nuovo interprete della scena urban italiana,  Rancore, pseudonimo di Tarek Iurcich, icona della scena rap romana, Shablo, produttore e beatmaker italo argentino e Diodato, protagonista assoluto della canzone d’autore italiana.

Torna Puglia Sounds Musicarium, la scuola dei mestieri della musica che quest’anno prevede lezioni di Comunicazione con Gabriele Aprile, Fonica con Antonio Porcelli e Lightning design con Pietro Sperduti e Maurizio Fabretti.  Previste attività anche per la sezione advanced, rivolta ai professionisti, con lezioni su Comunicazione e promozione social di un evento con Giuseppe Tatoli, Claudio Morgese e Francesca Delli Carri (Exploding Bands), Fonica – rocking wireless con Gian Luca Cavallini, Fotografia con Giovanni Canitano e Registrazione & Missaggio con Marc Urselli che lavorerà al MAST Recording Studio. Torna anche il Medimex Music Factory, realizzato in collaborazione con Sugar Music Publishing che dal 13 al 15 luglio al Teatro Kursaal Santalucia di Bari offrirà la possibilità di lavorare fianco a fianco con i tutor Iacopo Sinigaglia, Yakamoto Kotzuga, KWSK per sezione producer, Carmine Tundo, Emilio Munda, Kaput Blue, Gianni Pollex, Alessandra Flora e Marco Guazzone per la sezione autori. I 18 partecipanti selezionati (età massima 30 anni) saranno poi accompagnati da super tutor in un percorso di formazione completo che per il più meritevole prevede un contratto editoriale con Sugar.

Fitta, ricca di argomenti attuali e con la presenza di ospiti prestigiosi la sezione di attività professionali del Medimex, rivolta ai professionisti e addetti ai lavori, frutto di un lavoro condiviso con gli operatori del territorio quest’anno in programma dal 13 al 15 luglio nell’Ex Palazzo delle Poste di Bari. Un calendario di panel e keynote su numerosi e importanti temi: tutele, streaming e diritto d’autore, diritti connessi, NFT con il rilascio di un’edizione speciale Medimex, il futuro dello spettacolo dal vivo, le opportunità di finanziamento del Creative Europe Desk, Music Commission e strategie di sviluppo dell’industria musicale italiana, le sfide dei club e dei promoter per superare la crisi. Mercoledì 13 luglio alle ore 10.30 si parte con il panel Nuove tutele per i musicisti: INAIL, l’indennità di disoccupazione e la riforma dello spettacolo con la partecipazione di Sabina di Marco (CGIL), Andrea Marco Ricci (Note Legali), Massimo Pontoriero (UNISCA) modera Giuseppe De Trizio (musicista, coordinatore nazionale musica SLC CGIL), alle 11.30 il panel  Streaming e diritto d’autore. Nuovi scenari per gli autori e gli editori dopo il recepimento della direttiva Copyright. Lo streaming e il futuro della musica online con la partecipazione di Matteo Fedeli (SIAE) e Paolo Franchini (FEM), Pivio (autore e compositore) modera Claudio Carboni, alle 16:30 il panel  Gli NFT nella musica, che vantaggio per gli artisti? con la partecipazione dei Belladonna e di Ernesto Assante e alle 17,00 La raccolta dei diritti connessi in Italia alla luce dell’attuazione della nuova direttiva europea sul Copyright con Andrea Miccichè (Nuovo IMAIE), Enzo Mazza (SCF) modera Claudio Carboni. Giovedì 14 luglio alle ore 10.30 il keynote Quali le sfide per il futuro dello spettacolo dal vivo? Il Futuro non è scritto. Dipende da tutti noi a cura di Claudio Trotta, alle 11:30 Il Programma Europa Creativa 2021–2027: opportunità per il settore della musica con Anna Conticello (Project Manager Ufficio Cultura – Desk Italia Europa Creativa – Ministero della Cultura – Direzione Generale Creatività Contemporanea), Enrico Bufalini (Project Manager Uffici Media – Desk Italia Europa Creativa – Cinecittà S.p.A.), Marzia Santone (Esperta in progettazione, monitoraggio e rendicontazione Fondi Europei – Ministero della Cultura – Supporto Ales S.p.A.), Andrea Coluccia (Project Officer Uffici Media – Desk Italia Europa Creativa – Cinecittà S.p.A.) modera Cinzia Lagioia (Direttrice Puglia Creativa), alle 15.30 il keynote  NFT: istruzioni per l’uso con Silvia Bertelli (Onlymusix Marketing Manager) e Michele Marchetto (Onlymusix Blockchain Developer) in collaborazione con Onlymusix durante il quale sarà creato live un NFT edizione speciale Medimex che sarà regalato ai partecipanti, alle 16:00 Creative Europe Desk Italia, one to One di 20’ con Marzia Santone (Esperta in progettazione, monitoraggio e rendicontazione Fondi Europei – Ministero della Cultura – Supporto Ales S.p.A.), Andrea Coluccia (Project Officer Uffici Media – Desk Italia Europa Creativa – Cinecittà S.p.A.) e alle 17.30 Green Music: può la musica contribuire alla salvaguardia del pianeta? con Francesca Michielin, Marco Modugno (Friday For Future), Stefano Ciafani (Legambiente). Venerdì 15 luglio alle 10.30  Sync Lab, Listening session con Silvia Siano (Cross Productions) e Irma De Wind (Frontier Developments) in collaborazione con l’Associazione Culturale NODE, alle 11.00 Una musica può fare: strategie e modelli di sviluppo per l’industria musicale italiana. L’esperienza delle Music Commission con la partecipazione di Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia, Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio, Diodato, Michele Riondino modera Ernesto Assante e infine alle 16.00 Come riusciranno i club e i promoter a sormontare la crisi? con Zoe Pia (I-Jazz), Federico Rasetti e Davide Fabbri (KeepOn Live), Rita Zappador (International Music), Luca Del Muratore (Locusta) modera Vincenzo Bellini.  Per partecipare alle attività professionali è consigliata la registrazione,  ulteriori informazioni e modalità di registrazione sono disponibili sul sito web medimex.it.

Infine in programma Medimex Book Stories con tre presentazioni alle Feltrinelli Libri e Musica di Via Melo. Mercoledì 13 luglio ore 18:00 Andrea Morandi presenta  The Edge – oltre il confine (Sperling & Kupfer 2022) con Corrado Minervini.  Alla fine degli anni Settanta, David Howell Evans divenne per tutti The Edge. Fu Bono ad affibbiargli quel soprannome: una parola, poche lettere e molti significati. The Edge come «acume», «perspicacia», perché queste sono le qualità che da sempre orientano la sua ricerca musicale. The Edge come «bordo», «limite», «crinale»: confini fisici e mentali da spostare un po’ più in là e superare, verso orizzonti sempre nuovi. Tutto ciò, unito a una creatività fuori dal comune e a un’innata propensione alla sperimentazione, ha fatto di Edge una delle figure più importanti della scena rock internazionale degli ultimi quarant’anni.  Giovedì 14 luglio ore 18:00 Francesco Gazzara presenta Genesis. Dalla A alla Z  (Odoya 2021) accompagnato da Corrado Minervini. Un accurato dizionario per raccontare i membri storici dei Genesis attraverso le 26 lettere dell’alfabeto. Ogni lettera rappresenta così una diversa porta d’accesso alla carriera e alla vita privata di ciascun musicista, creando infinite combinazioni e una moltitudine di incroci che rivelano una storia magica e unica nel suo genere. Venerdì 15 luglio ore 18:00 Ernesto Assante presenta Freddie Mercury. La Regina e il Rock  (White Star 2021) accompagnato da Corrado Minervini.  Voce leggendaria, talento indiscusso, personalità dirompente: Freddie Mercury ha lasciato un segno indelebile nella storia della musica e nell’immaginario collettivo. Cantautore, frontman dall’estensione vocale incredibile e performer instancabile e inimitabile, il talento di Mercury era troppo grande per limitarsi a un’unica etichetta. Questo volume ne ripercorre da vicino la vita e la carriera, dalla sua infanzia alla nascita dei Queen, dall’incontro con i grandi amori della sua vita al successo planetario, dai suoi rapporti con la band fino alla tragedia della malattia e della morte, che ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo della musica. Anche quest’anno l’intera programmazione si potrà ascoltare su Radio Medimex, il broadcast ufficiale della manifestazione ideato e condotto dai giornalisti Michele Casella, Carlo Chicco e Corrado Minervini in onda sul sito medimex.it e sui canali social.

Per informazioni sulle modalità di accesso medimex.it. Medimex è un progetto Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale finanziato a valere sul POC PUGLIA 2007/2013 – Azione sviluppo di attività culturali e dello spettacolo” INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO, con il patrocinio della SIAE in collaborazione con Birrasalento e Agricola.

redazione

redazione

RioCarnival Magazine è una testata giornalistica, regolarmente registrata. Musica, Cinema, Televisione, Cultura e Lifestyle. Contatti: redazione@riocarnivalmagazine.it