CAPITANI CORAGGIOSI, MORANDI E BAGLIONI INCONTRANO L’ITALIA

capitanicCon 12 date al Foro Italico alle spalle e due dirette televisive da 20% di share (cinque milioni di spettatori lo scorso ottobre), Capitani Coraggiosi torna nei palazzetti di tutta Italia. Gianni Morandi e Claudio Baglioni hanno deciso di portare l’adrenalinico show di oltre 3 ore in giro per il Paese. “Le nostre canzoni sono un enorme patrimonio per l’Italia” dice Morandi senza enfasi ma ben conscio di dire la verità. Li separano 10 anni di età e di gap generazionale anche per il pubblico, ma la coppia funziona.

Anzi, a giudicare dall’intesa mostrata alla conferenza milanese, presto trasformatasi in un mini-show con cori e chitarre, l’affiatamento potrebbe portarli anche altrove. “Ci hanno proposto l’estero e sappiamo che ci sono molte città italiane che vogliono vedere lo show, ma non avremo tempo per il momento”, dicono loro. In realtà con i tempi naturalmente comici di Baglioni e il ruolo di eterno ragazzotto per Morandi, la coppia è assortita, bell’e pronta per uno show tv. “Sanremo forse meglio presentarlo a due che andarci a cantare”, dicono loro, che di tv in tempi diversi sono stati protagonisti acclamati.
Per ora c’è la radio. Parte questa sera alle 19.00 “Radio Capitani Coraggiosi” il programma di Claudio Baglioni e Gianni Morandi con Angelo Baiguini in diretta e in radiovisione su RTL 102.5.

Ogni venerdì i due cantautori presenteranno in anteprima le canzoni contenute nel nuovo disco “Capitani Coraggiosi Live” in uscita il 5 febbraio e parleranno con il pubblico, ripercorrendo la loro carriera in musica e parole con aneddoti ed esibizioni live dagli studi della radio più ascoltata in Italia.

“Ci piacerà vedere che effetto fa uscire da Roma e collaudare lo show in spazi chiusi in posti diversi – dice Baglioni che è il più sarcastico dei due, ma anche il più puntiglioso – e soprattutto non vedo l’ora di percepire dagli accenti la diversità di chi ci sta davanti”. Sono legati alle loro città d’origine, non c’è dubbio, questi due capitani (Roma e Bologna) ma sono ugualmente amati da tutto il popolo italiano. “Abbiamo avuto la fortuna di vivere l’epopea della discografia e questo ci ha portati a grande popolarità”. Entrambi oggetto di attenzioni a tratti anche maniacali da parte dei fans (ricordate scene di isteria ai primi concerti negli stadi di Baglioni?) ora sono consegnati al loro pubblico in maniera giocosa e professionale per quelli che veramente sono, delle icone nazionali. “Non ti ho mai visto scendere dal palco completamente soddisfatto, ma ho capito la tua professionalità da quando siamo diventati davvero amici”, dice Morandi. “Che poi le tue canzoni sono davvero difficili per me, con tutte quelle parole diverse”. “Beh, ci dovevi pensare prima di fare il tour con me, Gianni” gli fa eco Baglioni.

Ed è tutto un susseguirsi di battute e intese per il duo che, con ironia, scherza sulla lunga carriera: “In un momento in cui tutti si riuniscono, noi abbiamo fatto la reunion più veloce della storia, ci risiamo, dopo due mesi ancora qui”.

Le date, anche multiple, prevedono la partenza da Padova il 19 febbraio. Per più di un mese saranno in compagnia di tutto il loro pubblico (http://www.ticketone.it/capitani-coraggiosi-biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=1529542).

Christian D’Antonio
twitter_logo_christian

Avatar About Christian D'antonio

Christian D'Antonio (Salerno, 1974) osserva, scrive e fotografa dal 2000. Laureato in Scienze Politiche, è giornalista professionista dal 2004. Redattore di RioCarnival. Attualmente lavora nella redazione di JobMilano e collabora con Freequency.it Ha lavorato per Panorama Economy, Grazia e Tu (Mondadori), Metro (freepress) e Classix (Coniglio Ed.)

Share
be a pal and share this would ya?
CAPITANI CORAGGIOSI, MORANDI E BAGLIONI INCONTRANO L’ITALIA